Lunedì, 18 Dicembre 2017

Dopo due anni si insedia il nuovo Consiglio comunale dei ragazzi con la sindaco la giovane Greta Tassi

Si è insediato Sabato 16 dicembre, con tanto di giuramento del neo-sindaco Greta Tassi, il Consiglio comunale dei ragazzi.

Il centro comunale 6001 di Moie è stato, come due anni fa, teatro della cerimonia che rende istituzionale e condiviso un percorso, quello dell’organo rappresentativo degli alunni dell’Istituto comprensivo “Carlo Urbani”, che vanta a Maiolati Spontini una lunga tradizione. La giovane Greta, studentessa della secondaria di primo grado “Gaspare Spontini” di Moie, succede, infatti, ad altri sei alunni chiamati ad indossare la fascia di mini-sindaco. Un diminutivo, in realtà, che mal si coniuga con l’impegno e il senso di responsabilità con cui gli alunni vivono questa esperienza “di grande valore e dall’alto significato civico”, ha detto il vice sindaco Silvia Badiali che ha presenziato all’incontro, visto che il primo cittadino Domizioli era trattenuto da impegni istituzionali. Alla cerimonia erano presenti anche la dirigente dell’Istituto Comprensivo Maria Luisa Cascetti, il consigliere comunale con delega alla Partecipazione Stefania Lucidi e il consigliere ed ex sindaco Giancarlo Carbini, oltre che dei bambini delle classi quarte e quinte della primaria e dei ragazzi della secondaria di primo grado accompagnati dai docenti e dall’insegnante referente del progetto Andreina Carnuccio. Sono intervenuti anche tutti gli ex mini sindaci che si sono alternati in questi quindici anni, tranne uno perché impegnato a scuola, l’ex presidente del Consiglio regionale Raffaele Bucciarelli e l’ex dirigente scolastico dell’Itis “Marconi” di Jesi, Agostino Tassi, nonno della neo mini-sindaco. Insomma, è stata è una festa e insieme un momento di riflessione e di partecipazioni attiva, carico di significato e di valori. Oltre al sindaco dei ragazzi si è insediato anche il Consiglio, frutto delle elezioni svoltesi lo scorso 30 novembre, formato da venti studenti-consiglieri di maggioranza e sei di minoranza.
“Dare ai ragazzi la possibilità di vivere un’esperienza di partecipazione – ha osservato la Badiali – contribuisce a renderli più responsabili ma è utile anche a noi amministratori perché significa metterci in condizione di capirli meglio, questi giovani, e magari trarre spunti e idee dalle loro istanze. Siamo orgogliosi del fatto che il nostro Comune abbia istituito, nel lontano 2002, il Consiglio comunale dei ragazzi e riteniamo sia un elemento qualificante anche averlo rinnovato periodicamente fino ad oggi con lo stesso entusiasmo”.
Il vice sindaco ha ringraziato Letizia Troiano, rimasta in carica negli ultimi due anni, facendole dono della preziosa medaglia commemorativa che ricorda il duecentesimo anniversario dalla prima rappresentazione de La Vestale di Spontini. Ha poi augurato buon lavoro a Greta Tassi e a tutti i giovani consiglieri di “affrontare la nuova e importante esperienza con il giusto entusiasmo”.
Ecco i nomi dei consiglieri, a partire dai più votati. Per la scuola secondaria di primo grado sono Mattia Tassi, Vittoria Garbini, Jonathan Barchiesi, Maddalena Magrini, Riccardo Bruno Pigini, Diana Munteanu, Martina Tisba, Chiara Piccioni. Per la scuola primaria sono Matilde Ferazzani, Valentino Donnini, Niangi Jaebets Lutete, Matilde Lorenzetti, Simone Marini e Edoardo Lovascio. Sono stati eletti come consiglieri di minoranza, invece, per la scuola secondaria Melisse Pantaloni, Alessandro Tiberi, Filippo Faini e Edoardo Gambini-Rossano, mentre per la scuola primaria Marika Chiucchi e Tommaso Febo.
La lista che ha espresso come sindaco la giovane Tassi ha vinto con un programma molto ambizioso, che toccava diversi ambiti, dallo sport all’istruzione, dalla cultura all’assistenza ad anziani e persone in difficoltà, dall’intercultura alla politica ambientale. Fra le proposte, l’organizzazione di mini-olimpiadi per fasce d’età, l’utilizzazione degli spazi scolastici nel pomeriggio per fare un “club del libro”, l’organizzazione di classi aperte per attività opzionali come teatro o danza, il coinvolgimento degli anziani in lezioni a scuola e in lavori manuali, la pianificazione di incontri con genitori di alunni di altre culture “per raccontarci le tradizioni dei loro paesi di provenienza”, la creazione di un parco urbano “dove ci siano animali da cortile da accudire”, fino all’ampliamento della pista ciclabile fino a scuola.
In questi anni hanno ricevuto la fascia simbolica di sindaco quattro ragazzi e due ragazze: Luca Marinelli (2002), Sebastiano Mazzarini (2006), Giuseppe Devanna (2009), Michele Meloni (2011), Giulia Nisi (2013) e Letizia Troiano (2015). Hanno partecipato alla vita della comunità maiolatese intervenendo nelle cerimonie pubbliche e nelle ricorrenze più importanti a fianco del sindaco votato dai cittadini. La scuola e l’Amministrazione comunale hanno voluto invitare anche loro alla mattina per ricordare insieme il quindicesimo anno di presenza del Consiglio comunale dei ragazzi nel comune di Maiolati Spontini. E tutti, tranne Michele Meloni, perché impegnato a scuola, hanno risposto all’appello e hanno preso la parola raccontando qualcosa di significativo della loro esperienza.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.